Clytus rhamni (Germar 1817)


Dimensioni 6-12 mm
Colorazione di base nera. Pronoto globoso, con una fascia gialla nella parte anteriore ed una in quella posteriore. Scutello giallo, fascia omerale sempre obliqua rispetto alla sutura, pigidio ricoperto di pelosità gialla. Antenne generalmente rosse, zampe più scure rispetto alle specie affini, spesso con i femori anneriti.

Clytus arietis si distingue per le dimensioni maggiori, le antenne rosse alla base con gli ultimi articoli neri, le zampe rosse, talora con i femori posteriori più scuri, e la fascia omerale perpendicolare alla sutura. Clytus clavicornis, endemismo siciliano, differisce per le antenne più tozze, l'assenza di peluria gialla alla base del pronoto e la macchia omerale alla base delle elitre meno evidente.
Gli adulti sono prevalentemente floricoli e frequentano in particolare ombrellifere ed Asteraceae, ad esempio Achillea. Le larve sono polifaghe e si sviluppano nel legno morto di diverse caducifoglie, ad esempio Quercus, Castanea, Ulmus, Ficus, Prunus, Pyrus, Rhamnus, Pistacia e Paliurus, nei rami di piccolo diametro.

Periodo di attività da maggio ad agosto. Il ciclo vitale dura due anni.
Presente in tutta Italia.