Oxythyrea funesta (Poda 1761)


Dimensioni 6-12 mm
Specie nera con riflessi bronzati e pubescenza bianca più o meno folta, caratterizzata da una diffusa punteggiatura, assente soltanto sullo scutello triangolare ed appuntito, e da 6 tipiche macchie biancastre sul pronoto, disposte simmetricamente in due file verticali da tre.

Può essere distrattamente confusa con Tropinota hirta e Tropinota squalida , entrambe facilmente distinguibili, tra l'altro, per l'assenza di macchie bianche sul pronoto.
Gli adulti, rinvenibili dalla pianura fino a medie altitudini, prediligono grosse infiorescenze, soprattutto di cardi, sulle quali spesso convivono con altri cetonidi. Lo sviluppo larvale non avviene in una pianta ma nell'humus e nei detriti vegetali sotterranei.

Periodo di attività da marzo a settembre. È una specie molto dannosa per l'agricoltura poiché, oltre a nutrirsi di polline, rode anche gli organi floreali, danneggiando in particolare i fiori ed i boccioli di colore chiaro.
Presente in tutta Italia.