Trichodes leucopsideus (Olivier 1795)


Dimensioni 7-13 mm
Nero con riflessi blu, pelosità bionda diffusa ed una densa e marcata punteggiatura. Elitre di colore variabile dal giallo pallido al rosso vivo, con un piccolo punto scuro in corrispondenza della spalla, due larghe fasce ed una grossa macchia apicale. Scutello e sutura elitrale di colore nero, antenne interamente rossicce o con la sola clava nera, tarsi rossi e tibie arcuate. I maschi si distinguono per i femori posteriori ingrossati.

Trichodes alvearius e Trichodes apiarius sono generalmente più grandi e presentano differenze facilmente osservabili ad occhio nudo, ma l'elemento immediatamente discriminante per entrambi è l'assenza del punto nero sulla spalla.
Gli adulti sono essenzialmente floricoli, si nutrono di polline frequentando soprattutto Apiaceae, Asteraceae ed alcune specie di Crataegus, ma integrano la propria dieta predando altri insetti di piccola taglia, in particolare Oedemera, Psylotrix, Stenopterus e Clytus. Depositano le uova in prossimità dei nidi di imenotteri Apidae e Sphecidae e ne parassitano le larve con le proprie.

Periodo di attività da maggio a luglio.
Specie non comune, finora segnalata in Campania, Lazio, Liguria, Marche, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana ed Umbria.