Drilus flavescens Olivier 1790


Dimensioni 5-10 mm (maschio)
Specie caratterizzata da un dimorfismo sessuale molto accentuato, difatti il maschio è piccolo, con antenne lunghe e pettinate, capo, torace ed addome neri, elitre morbide, ambrate e con pubescenza dorata, mentre la femmina è molto più grande, attera e larviforme.
I maschi si possono trovare su diverse piante, le femmine invece sono molto difficili da scovare in quanto si nutrono al suolo e si nascondono sotto sassi o dentro a gusci vuoti di chiocciole. Le larve si nutrono proprio di lumache, le mordono ed iniettano degli enzimi in grado di digerirle in parte prima di mangiarle.

Periodo di attività da aprile a luglio. Rara e localizzata, è una delle poche specie della famiglia Drilidae presenti sul nostro territorio, insieme a Drilus concolor e Malacogaster passerinii.
Segnalata in quasi tutta Italia nonostante la difficoltà di reperimento. Assente in Valle D'Aosta, dubbia la sua presenza in Friuli-Venezia Giulia, Marche, Umbria e Veneto.