Athous (Athous) vittatus (Gmelin 1790)


Dimensioni 8-12 mm
Lucente, giallo-rossastro, villoso soprattutto ai lati ed all'apice elitrale. Testa, disco del pronoto, scutello, sutura e bordi delle elitre marrone scuro. Gli articoli delle antenne sono leggermente dentati a partire dal 4º, con il 3º appena più lungo del 2º, l'uno e l'altro nettamente più corti del 4º. Pronoto con punteggiatura abbastanza fine, più densa alla base e sui lati.
Frequenta vari ambienti, dai boschi ai parchi, ed una gran varietà di alberi decidui, meno spesso di conifere. La larva si sviluppa nel terreno a scapito delle graminacee e delle radici degli alberi.

Periodo di attività abituale tra maggio e giugno, ma rinvenibile fino ai primi di agosto. Come tutti gli Elateridi, se capovolto, ha la capacità di raddrizzarsi grazie ad un dispositivo a scatto, posto tra il torace e l'addome, che gli permette di compiere dei salti. Questo dispositivo è anche utilizzato per confondere i predatori in caso di attacco.
Presente in tutta Italia eccetto la Sardegna.