Oedemera (Oedemera) flavipes (Fabricius 1792)


Dimensioni 7-11 mm
Corpo molle piuttosto allungato, con capo, pronoto ed elitre di colore grigio-verde o verde scuro, spesso con riflessi metallici dorati o ramati generati dalla presenza di scaglie sulla superficie. Antenne lunghe, occhi grandi e scuri, zampe divise in quattro articoli di cui l'ultimo bilobato, le anteriori di colore giallo-arancio. Elitre coriacee percorse da solchi longitudinali, corte e nettamente divaricate, che lasciano scoperte le ali membranose sottostanti. I maschi si distinguono facilmente per i femori posteriori molto rigonfi.

Oedemera nobilis ha colorazione uniforme verde brillante, talora tendente al blu o al violaceo.
Gli adulti sono floricoli, frequentano principalmente Asteraceae, Rosaceae, Convolvulaceae e Apiaceae e si nutrono non solo di polline e nettare, ma anche delle parti del fiore stesso. Vivono all'ombra di grosse pietre o foglie in decomposizione, oppure in prati asciutti ed ambienti stopposi. Le larve sono xilofaghe e si sviluppano in steli secchi di piante erbacee (Spartium e Cirsium) o nei rami in decomposizione.

Periodo di attività da aprile ad agosto. Durante il volo, poco frequente e mai protratto a lungo, le elitre hanno una funzione attiva e vengono tenute rigide formando un angolo retto col corpo. È una delle prede preferite dei Trichodes (Cleridae).
Presente in tutta Italia.