Arctia villica (Linnaeus 1758)


Apertura ali anteriori
42-55 mm | 50-60 mm

MASCHIO
Ali anteriori nere, di aspetto fuligginoso, con macchie rotonde bianco-crema o giallastre di grandi dimensioni; posteriori giallo-uovo, con la punta soffusa di nero e recanti alcuni punti neri; torace nero con bordi laterali biancastri, addome giallo-arancio con punteggiatura nera più o meno diffusa e parte terminale cremisi; testa piccola, incassata nel torace, spirotromba corta.

FEMMINA
Simile al maschio ma generalmente più grande e con addome peloso e rigonfio.
HABITAT
Abbastanza comune, vive in diversi ambienti, ad esempio boschi, giardini, parchi e dune costiere, dal piano basale sino a 2800 m s.l.m.

PIANTE NUTRICI
Plantago (Piantaggine), Taraxacum (Tarassaco), Achillea (Millefoglio), Urtica (Ortica), Lamium (Falsa Ortica), Centaurea (Fiordaliso), Fragaria (Fragola) e Leontodon (Dente di Leone), segnalata anche su giovani germogli di ginestra.

Periodo di attività da aprile e luglio. Contrariamente al maschio, la femmina è osservabile anche in pieno giorno.
Presente in tutta Italia eccetto la Sardegna.