Lasiocampa (Lasiocampa) quercus (Linnaeus 1758)


Apertura ali anteriori
45-60 mm | 55-75 mm

MASCHIO
Ali anteriori bruno-rossastre con punta ottusa, attraversate da un'ampia linea gialla postmediana di lunghezza variabile e con una macchia discale bianca cerchiata di nero. Posteriori di colore simile, con la linea postmediana gialla più vicina al margine e tendente a sfumare nella zona terminale. Antenne pettinate.

FEMMINA
Ali anteriori giallo-ocra, frangia compresa, con macchia discale bianca solitamente più larga e linea trasversale gialla meno marcata. Posteriori concolori, con linea postmediana appena visibile.
HABITAT
Aree boschive, terreni incolti, margini forestali, parchi, orti, brughiere e pascoli alpini.

PIANTE NUTRICI
Svariati alberi ed arbusti, tra cui Quercus (Quercia), Betula (Betulla), Salix (Salice), Alnus (Ontano), Populus tremula (Pioppo tremulo), Rubus (Rovo), Vaccinium (Mirtillo), Ribes, Spiraea (Spirea), Malus (Melo), Sorbus (Sorbo), Prunus spp., Trifolium (Trifoglio), Calluna vulgaris (Brugo), Andromeda polifolia (Rosmarino di palude), Syringa (Lillà), Lonicera xylosteum (Caprifoglio peloso) e Larix sibirica (Larice siberiano o Larice russo).

Periodo di attività da maggio a settembre. Il maschio ha volo diurno, la femmina esclusivamente notturno.
Presente in tutta Italia eccetto la Sardegna, in Sicilia con la sola sottospecie endemica sicula, che differisce per le ali posteriori soffuse di giallo nella zona terminale in entrambi i sessi.