Saturnia (Eudia) pavoniella (Scopoli 1763)


Apertura ali anteriori
45-70 mm | 50-95 mm

MASCHIO
Ali variopinte con grandi macchie oculari, di base rosso mattone o marroncine e spesso con sfumature giallo-aranciate nelle posteriori; anteriori con caratteristica striscia apicale, profilo bianco stretto e bordi interni sinuosi; antenne pettinate per tutta la loro lunghezza.

FEMMINA
Simile al maschio ma più grande, con addome robusto, ali con colorazione di fondo grigio cenere, prive di sfumature giallo-arancio, ed antenne pettinate solo per un breve tratto.
HABITAT
Maggese e giardini, dal piano basale sino a circa 2000 m s.l.m.

PIANTE NUTRICI
Rubus (Rovo), Prunus (Pruno), Crataegus (Biancospino), Quercus (Quercia), Carpinus (Carpino), Betula (Betulla), Salix (Salice), Erica, Vaccinium (Mirtillo), Spiraea (Spirea), Filipendula (Olmaria), Lythrum (Salcerella), Potentilla (Cinquefoglia), Rosa, Calluna (Brughiera) e Hippophae (Olivella).

Da fine febbraio ad aprile, ma in zone alpine ed appenniniche lo sfarfallamento può protrarsi fino a maggio-giugno. La femmina ha volo notturno, mentre i maschi si librano rapidamente di giorno alla frenetica ricerca delle compagne nascoste tra la vegetazione.
Presente in tutta Italia.