Tortrix viridana (Linnaeus 1758)


Apertura ali anteriori
17-24 mm

Ali anteriori di colore verde chiaro, talora sfumate di giallastro, posteriori grigie. Antenne filiformi.

È l'unica specie del genere che presenta una marcata colorazione verde. Le è simile per dimensioni e colorazione Earias clorana, che appartiene alla famiglia Noctuidae e si distingue per le postura a mo di tenda delle ali a riposo.
HABITAT
Aree boschive, in particolare boschi di latifoglie ed altre zone con buona presenza di querce.

PIANTE NUTRICI
Le larve si nutrono delle foglie di alberi decidui, prevalentemente Quercus, in particolare Q. pubescens (Roverella), Q. ilex (Leccio) e Q. robur (Farnia), occasionalmente anche Carpinus (Carpino), Fagus (Faggio), Populus (Pioppo), Betula (Betulla), Acer (Acero), Salix (Salice) e Corylus (Nocciolo), e possono arrivare a defogliare completamente la pianta ospite.

Periodo di attività da maggio a luglio. Compie una sola generazione all'anno e sverna sotto forma di uovo all'inizio dell'estate. Il sintomo del suo attacco è la presenza di foglie arrotolate verso il basso in senso trasversale-longitudinale, unite ai lembi con fili sericei, all'interno delle quali le larve costruiscono il bozzolo. Vola sia di giorno che di notte e si può trovare a riposo sotto il sole.
Presente in tutta Italia.