Bacillus rossius redtenbacheri Nascetti & Bullini 1983


Maschio fino a circa 70 mm - Femmina fino ad oltre 100 mm
Comunemente noto come insetto stecco per la conformazione del corpo, ha colore variabile dal verde al marrone e antenne corte, costituite da 20 segmenti brevi. Le ninfe sono verde chiaro e prive di ali dalla nascita, subiscono una muta (durante la quale escono dalla loro pelle per poi mangiarsela) dopo un mese oppure anche dopo ben più di un anno, a seconda della temperatura, dopodiché appaiono identiche agli individui adulti, dimensioni a parte. Gli adulti differiscono a loro volta per le dimensioni, con le femmine notevolmente più grandi dei maschi, questi ultimi rari e di colore marrone scuro a sviluppo completato.

Facilmente confondibile con la specie tipo, diffusa al centro-nord ed in Sardegna.
Vive in zone piuttosto umide ed arieggiate, nutrendosi esclusivamente di foglie di rovi e rose. Ha attività per lo più notturna ma è possibile incontrarlo anche in pieno giorno, sia in estate che in calde giornate primaverili. Se infastidito, può irrigidirsi e cadere al suolo fingendosi morto (tanatosi) oppure oscillare come un ramoscello al vento.

Ogni anno si sviluppano due generazioni, la prima in primavera, la seconda in estate. L'aspettativa di vita è di 12 mesi.
Presente in tutto il meridione e nelle due isole maggiori. In Sardegna condivide l'areale con la specie tipo.